sabato 9 maggio 2009

the wild bunch

il mucchio selvaggio

come peckinpah ha reinventato un genere..un film sull'amicizia,su un mondo che sta scomparendo,conuna delle più straordinarie scene di violenza della storia del cinema

3 commenti:

sasi_fly_over_the_sky ha detto...

brazz ho appena finito di vedere il film, e mi sono sentito in dovere di commentare subito...
stupendo x interpretazione e trama, indubbiamente crudo ma con un finale commovente...film triste, con 2 attori ke mi hanno colpito tantissimo:ernest borgnine e robert ryan(ho cercato su wikipedia,non li conoscevo)...il legame ke lega bishop e dutch e fantastico...amici fino alla morte...gran film....l'unica cosa negativa,forse, è la figura della donna, quasi demonizzata....ma forse erano cosi le donne di quel tempo...

consigli sul genere western?possibilmente non tristi, perkè mettono di cattivo umore...

sasi_fly_over_the_sky ha detto...

ah m'è piaciuta tanta l'interpretazione di ryan, anke se il personaggio + bello in sè è quello di bishop

brazzz ha detto...

ciao sasi..contento ti sia piaciuto..in fondo è un film sul tramonto di un'epoca,e sullo scomparire di una certa tipologia di esseri umani..e sull'amicizia..nella versione inglese,quando holden dice aglialtri di dar il via al massacro finale,per cui,in pratica,al proprio sacrificio,la risposta di borgnine è molto efficace,molto di più che nella traduzione..borgnine lo guarda e dice "whhy not?"..perchè no?..stestimoniare una scelta definitiva,in nome del fatto di non aver,in fondo,un futuro in ogni caso..
altri western dici?
bè,di peckinpah direi pat garrett e billy the kid,cerca la versione originale,perchè quella uscita qua alò cinema è stata oscenamente tagliata,poi tutto john ford,che era un reazionario spaventoso,ma un regista clamoroso